Perché avvalersi dello Studio Legale Bianchini & Pellegrini

Gli avvocati Bianchini e Pellegrini offrono al Cliente un’assistenza personalizzata e caratterizzata da un contatto diretto e costante.
L’attività di consulenza e assistenza giudiziale e stragiudiziale fornita dallo Studio si distingue per essere svolta in prima persona dai titolari.

I Professionisti dello Studio si caratterizzano, inoltre, per il forte dinamismo e per la capacità di interagire con la clientela avvalendosi dei più moderni mezzi di comunicazione telematica.

05 Oct 2022

I vantaggi delle procedure di sovraindebitamento, in particolare per il consumatore.


In materia di sovraindebitamento, il nuovo Codice della Crisi d’impresa consente a chi versa in una condizione di sovraindebitamento, nonché in gravi difficoltà economiche, di scegliere una fra queste 3 procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento: liquidazione controllata, il concordato minore e gli accordi di ristrutturazione dei debiti.

In particolare, questi ultimi possono essere utilizzati esclusivamente dal consumatore sovraindebitato, ossia "qualsiasi persona fisica che, nelle pratiche commerciali oggetto del presente titolo, agisce per fini che non rientrano nel quadro della sua attività commerciale, industriale, artigianale o professionale" (ex art.2 CCII).

Tali accordi si sostanziano in una procedura più semplice, veloce e vantaggiosa poiché’ il consumatore sovraindebitato, con l’ausilio dell’OCC, può proporre ai creditori un piano di ristrutturazione dei debiti che indichi in modo specifico tempi e modalità per superare la crisi da sovraindebitamento.

In particolare, la proposta ha contenuto libero e può prendere il soddisfacimento, anche parziale dei crediti in qualsiasi forma.

Alla proposta presentata dal consumatore dev’essere poi allegata una relazione fatta dall’ OCC, nella quale si indichino le cause del sovraindebitamento e la valutazione sulla completezza ed attendibilità della documentazione depositata. Una volta poi deposita la domanda di ristrutturazione dei debiti presso il Tribunale territorialmente competente, che coincide con il luogo ove risiede il consumatore sovraindebitato, il giudice, se ritiene la proposta ed il piano ammissibili, ne da comunicazione a tutti i creditori.

Successivamente, viene fissata udienza per consentire ai creditori di esporre eventuali contestazioni, che qualora manchino o risultino insussistenti, non ostacolano l’emissione del provvedimento finale del giudice volto all’accoglimento della proposta a stralcio del sovraindebitamento.

A ben vedere dunque, grazie alla nuova normativa dettata dal Codice, ed all’aiuto fornito dagli avvocati del sito debiti addio, un consumatore può risanare in maniera più agevole la propria posizione debitoria, pagando i suoi debiti in misura minore e, al contempo, accedendo ad una delle procedure sopra descritte, potrà anche sospendere eventuali azioni esecutive, come pignoramenti, aste immobiliari o fermi amministrativi, o ancora, bloccare cessioni del quinto dello stipendio, proprio in virtu’ del raggiungimento di un esito positivo nel risanamento della sua posizione.

Altri articoli


30 Sep 2022

Soggetto nullatenente e sovraindebitamento


23 Sep 2022

Il ruolo di ausilio del Gestore della crisi nelle procedure di sovraindebitamento

Bianchini Pellegrini

Avv. Claudio Bianchini
Avv. Claudio Bianchini

Avvocato civilista iscritto all’Albo presso l’Ordine degli Avvocati di Parma, si occupa in particolare di crisi d’impresa, sovraindebitamento, questioni di diritto del lavoro, recupero crediti.
È, altresì, iscritto all’elenco dei Gestori della Crisi dell’OCC istituito presso l’Ordine degli Avvocati di Parma.

avv.claudiobianchini@bianchinipellegrini.it
Avv. Giovanna Pellegrini
Avv. Giovanna Pellegrini

Avvocato civilista iscritta all’Albo presso l’Ordine degli Avvocati di Parma, si occupa in particolare di diritto di famiglia, recupero crediti ed esecuzioni, contrattualistica, sfratti e locazioni.

avv.pellegrini@bianchinipellegrini.it

Scrivici